Notifications
Article
Effetti Del CBD Sul Cervello
Published a month ago
21
0
Effetti Del CBD Sul Cervello
Il CBD, conosciuto anche come cannabidiolo, è una sostanza presente nella canapa. Il CBD è in grado di modulare l'azione del THC a livello cerebrale, prolungandone l'efficacia analgesica e limitandone gli effetti collaterali. In commercio si possono trovare {diverse|numerous|various} tipologie di prodotti a base di olio di Canapa e CBD, ottenuti a seconda della tecnica di estrazione usata. I cristalli sono la forma più pura del cannabidiolo (CBD): per ottenerli, gli estratti di CBD subiscono varie fasi di trasformazione e raffinazione, che conducono man mano a ottenere una sempre maggiore purezza nel prodotto finale.

Il CBD agisce sul recettore CB1, CB2 e su altri recettori non cannabinoidi, come il 5-HT1A, amplificando il suo effetto ansiolitico. Gli effetti dell'olio di CBD vengono percepiti più rapidamente quando viene assunto per {via|by way of|through} sublinguale. Il CBD, invece, è un cannabinoide non psicoattivo e agisce in modo diametralmente opposto, in quanto si lega ai recettori CB2, che si trovano sulle cellule T del sistema immunitario e a livello del sistema nervoso centrale.

L'interesse da parte della comunità scientifica per il potenziale terapeutico del CBD è sempre maggiore, è già stato utilizzato in diversi studi per il trattamento di numerose problematiche di salute ed è oggi riconosciuto tra gli elementi principali della "{Cannabis|Hashish} Terapeutica". Olio di CBD: l'olio di CBD è disponibile in varie concentrazioni e il suo punto forte è rappresentato dalla versatilità di utilizzo.

In commercio si possono trovare anche capsule contenenti lìolio di CBD, per chi non ama il sapore della canapa. Esistono molti esperimenti sugli effetti del CBD, ma sono svolti quasi esclusivamente su animali da laboratorio, e sebbene l'indicazione che se ne trae è che effettivamente esista qualche beneficio sulla psiche degli animali, sarebbe ideale essere molto cauti nel valutare gli effetti del CBD.

L'olio di CBD sta diventando la prima scelta per chi soffre di patologie che provocano convulsioni, in particolare per le persone che assumono medicinali antiepilettici non più efficaci nel controllarne i sintomi. Il CBD agisce sul corpo con un potente effetto rilassante sui muscoli, inducendo uno stato di sedazione. I prodotti a base di CBD riescono a ridurre rapidamente il senso di nausea e hanno un alto grado di digeribilità, stimolano l'appetito e alleviano i dolori: per questo vengono efficacemente utilizzati come coadiuvante nelle terapie antitumorali e come sostegno nel trattamento dell'HIV.
Tags:
DS
Damien Sokmares
1
Comments